apr
28
2018

Riflessioni …e notturni. Pillole social #4

Vietato-obbligare-a-lavorare-alle-feste-comandate-civili-o-religioseFeste comandate

Tutto il giorno prima di una festa comandata mi viene un po’ di ansia per quel che c’è da fare in una cucina molto minimale che deve esser pronta per troppa gente. Cerco di respirare profondo mentre uno (a caso :) ) mi ribadisce, ogni quarto d’ora, che sarà un delirio e basta. E’ bello avere un personal coach che ti incoraggia. Invece è andato tutto benissimo.

Alle cinque finiamo di pulire, ma non c’è tempo manco per una sigaretta, devo correre al super mercato; l’unico aperto sempre … Devo andare perchè sono quasi finite le scorte. Il parcheggio sotterraneo è gremito di suv e altri macchinoni. Vedo una macchina con le luci della retro accese e famiglietta indaffarata a legare bimbi e a caricare spesa. Metto la freccia e mi accosto per non intralciare e me ne sto lì rilassata. Dopo un bel po’ di tempo il papà giovane, ancora indaffarato, mi lancia sguardi che dicono “Cosa vuoi da me?” e mi fa un segno con la testa che dice “Guarda là”. Il parcheggio vicino al loro era vuoto, ma la sua vista era ostruita dalla famiglia indaffarata. Allora parcheggio, cioè provo, vicino a loro, mentre le portiere spalancate del loro macchinone mi costringono a sapere cosa è un millimetro. Scendo dalla macchina con molta attenzione a non danneggiare il macchinone, e, chiedo scusa, con sorriso, per non aver visto quello che non si poteva vedere. Quel babbo incrocia il mio sguardo e non profferisce parola, nè accenna un sorriso. Va bene, non è proprio una gioia stare in un parcheggio sotterraneo a Pasqua con famiglia e spesa, ma, non credo abbia avuto una giornata così tanto più difficile della mia, e se anche la avesse avuta, perchè guardare torvo una cenerentola che ride? Perchè perchè perchè. Manco avessi due anni!!

S.D. 2018

 

 

indexPin de musse

Quasi ogni notte mi arriva il contrasto tra il teatrino che faccio e la vita bombardata (davvero) di più di mezzo mondo. Ci sono bombe che piovono nell’anima e te la spappolano, quanto spappolano i corpi le altre meglio visibili. Certo quando un corpo muore si porta via anima e tutto ed è la fine. Quando è l’anima a subire minaccia di morte nessuno lo può vedere e ti senti “pin de musse” a cercare le parole per dire qualcosa che sa di lusso! O no? Do you think you can tell?

 

S.D. 2018

 

index 2Capo. Danno!

io l’ultimo dell’anno non mi lavo.
voglio tenermelo ancora un po’ il vecchietto.
sono andata al negozio a cercare lenticchie in scatola.
non c’era più neanche l’ombra.
poi, ne vedo un pacchetto caduto in mezzo ai fagioli vicini.
mannaggia, non ci arrivo!
mi guardo intorno, non c’è nessuno,
metto un piede sul primo gradino dello scaffale, in mezzo al
concentrato di pomodoro,
e le acchiappo!
preparato la cena di capodanno in 5 minuti saltati nell’aglio.
mangiato ciappettando con amico…
non c’è una festa più festa di questa.
lavato due piatti.
bevuto caffe’.
suonato bob dylan.
quel che succede da adesso in poi
lo saprò dopo.
buon anno…

2018

 

SD. 2018

 

 

 

 

 

13yfexlStronzata notturna.

Un quarto a mezzanotte. Pronta a scrivere la … stronzata notturna. Guardo, ma, nel turbinare delle faccende umane, alla fine, mi cattura un senso di non senso. Non che voglia prendere distanza dalla vita pratica, anzi, l’essere occupati nelle faccende di ogni giorno è una salvezza che dirige la mente agli arti, alle arti, e, le dà quella illusione (sacra per la produzione) che vivere abbia uno scopo. Non credo ci sia scopo, ma scopo la cucina ogni santo giorno, perché mi piace vederla pulita. Amen.

SD 2/2018

 

 

 

 

stop_social_dumping_image.jpgPromesse elettorali.

Prometto che ogni investimento di questo nuovo governo sarà volto a favorire lo sviluppo di ogni membro della comunità, di qualunque età e di qualunque etnia, secondo le proprie attitudini: manuali, intellettuali, scientifiche, artistiche, letterarie, culinarie, sognatarie e nuvolarie.

SD 3/2018

 

 

 

About the Author: SMS

Commenti sospesi.

Categorie